pagina precedente

pagina successiva

Senza spessore


Un fiore assurdo
attecchito sulla luna.

S, successo anche questo:
finch il suo disco ha fatto da abat-jour
ti ho abbarbicato radici nell'anima
come il ranuncolo artiglia,
sul ciglio, una piccola zolla.

S, successo anche questo, stanotte:
un asteroide vagante
ha incontrato sul piano orbitale
la tua anima senza spessore
e vi allunato.

Ma l'angolo d'impatto m'ha beffato:
s' forata come un piattello
quest'ostia di luna emaciata
e, a capofitto, proseguo nel vuoto.

pagina precedente

pagina successiva